Pubblicato:
Condividi:

In seguito all’accordo interpartitico sulla riforma elettorale in Georgia, in vista delle prossime elezioni dell’ottobre 2020, i Socialisti e Democratici al Parlamento europeo si congratulano con le forze della maggioranza e dell’opposizione e incoraggiano la prosecuzione delle riforme necessarie a una stabilità politica di lungo periodo, nel solco del dialogo.

Sven Mikser, relatore dell’europarlamento sulla Georgia, ha dichiarato:

“Desidero congratularmi con tutte le forze politiche georgiane per il raggiungimento di un accordo che ritengo essere un passo fondamentale, non solo per la buona riuscita di elezioni libere e giuste nel 2020, ma anche in direzione di una stabilità politica lungamente attesa. Invitiamo tutti gli attori politici a conservare questo spirito e a proseguire il lavoro in modo condiviso, per tradurre in legge l’accordo di domenica al più presto possibile e implementare la riforma elettorale. In vista delle prossime elezioni, è di fondamentale importanza garantire parità di accesso ai mezzi d’informazione e una copertura mediatica equilibrata e pluralistica di tutte le anime politiche in corsa, all’interno dei programmi dell’informazione del servizio sia pubblico, sia privato.

Kati Piri, vicepresidente S&D responsabile per gli affari esteri, ha aggiunto:

È incoraggiante vedere come nell’accordo raggiunto domenica, oltre alla riforma elettorale, i maggiori partiti politici fossero in sintonia sulla necessità di smarcarsi da qualsiasi azione potesse essere percepita come una politicizzazione delle istituzioni giudiziarie georgiane, come i procedimenti giudiziari contro gli oppositori politici o la nomina dei giudici. Lo Stato di diritto e l’indipendenza della magistratura sono una delle chiavi per il buon funzionamento delle istituzioni democratiche. Noi chiediamo alla Georgia, in qualità di partner associato dell’Unione europea, di osservare i più alti standard etici e d’integrità della magistratura. Il senso di fiducia nel sistema giudiziario è un punto centrale, non solo per la stabilità politica, ma anche per la prosperità economica e sociale del Paese.

“Ci teniamo a ribadire alla popolazione della Georgia che l’Unione europea non dimentica ciò è accaduto nel 2008. Non accetteremo mai l’occupazione russa del 20% dei territori georgiani. Il Gruppo S&D sostiene pienamente la sovranità della Georgia e la sua integrità territoriale all’interno dei propri confini riconosciuti a livello internazionale”.

Nota agli editori:

L’accordo politico raggiunto domenica 8 marzo u.s. prevede che il parlamento eletto il prossimo ottobre 2020, debba essere costituito da 120 membri eletti attraverso il sistema proporzionale e 30 attraverso il maggioritario. La soglia elettorale per le elezioni secondo il sistema proporzionale deve essere fissata all’1% e un meccanismo correttivo dovrà stabilire che a nessun partito al di sotto del 40% dei voti espressi possa essere riconosciuta la maggioranza dei seggi. Inoltre, le discrepanze delle dimensioni delle circoscrizioni elettorali andrebbero limitate.

Eurodeputati coinvolti

PIRI Kati

PIRI Kati

Vicepresidente
Paesi Bassi
MIKSER Sven

MIKSER Sven

Coordinatore
Estonia

Contatti stampa S&D

Czerny-grimm Inga

CZERNY-GRIMM Inga

Press Officer
Polonia