Condividi:

La pandemia globale COVID-19 si è presa le vite di migliaia di persone nel mondo. Di fronte a questa sfida poderosa, i sistemi sanitari dei 27 stati dell’Unione hanno mostrato le proprie fragilità e le proprie debolezze, ma anche la necessità di accelerare nella definizione di una cornice di maggior responsabilità e solidarietà europea in materia di salute pubblica, che preveda una risposta sanitaria meglio coordinata, condivisa, egualitaria e appropriata, in tutti gli stati membri.

Per fornire una risposta a richieste sempre più pressanti in questo senso, e ispirandosi al nostro documento programmatico "Un'Unione Sanitaria europea. Verso un aumento delle competenze Ue in ambito sanitario. Vincere il COVID-19 e guardare al futuro", la Commissione europea ha lanciato l’ambizioso programma EU4Health.

Il lavoro ha cominciato a dare i primi frutti in termini di cooperazione tra gli stati membri, di resilienza dei nostri sistemi sanitari, di coordinamento per una distribuzione giusta ed equilibrata dei trattamenti e dei vaccini, e soprattutto in termini di parità di accesso a cure di qualità per tutti.

Il Gruppo S&D ha deciso quindi di organizzare un webinar dal titolo “Un’Unione sanitaria europea forte e inclusiva” – previsto per martedì 1 dicembre alle ore 15:00 – che coinvolgerà relatori di alto livello in un dibattito aperto e inclusivo. Sono previsti i contributi della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, del ministro della Sanità spagnolo Salvador Illa Roca, del ministro della sanità italiano Roberto Speranza e della ministra della sanità svedese Lena Hallengren.

La discussione sarà arricchita dagli interventi dei cittadini e degli stakeholder, e verterà su come creare un’Unione sanitaria europea, che forma dovrà assumere, che prerogative dovrà avere e che vantaggi dovrà portare.

La presidente dei Socialisti e Democratici, Iratxe García Pérez, ha dichiarato:

“Ora possiamo dire con certezza che l’Unione europea non era pronta ad affrontare una pandemia come il COVID-19. Negli ultimi otto mesi abbiamo già imparato molto e gli stati membri hanno iniziato a coordinare la risposta, ad esempio sulle procedure di appalto e la distribuzione dei vaccini; ma dobbiamo garantire un sistema giusto ed efficace.

“Per questo il mio Gruppo, già il maggio scorso, ha lanciato la proposta di un’Unione sanitaria europea. Ora sul tavolo c’è una proposta della Commissione, e vogliamo analizzarla a fondo per capire come trarne il meglio, confrontandoci con esperti e stakeholder. Desideriamo garantire parità di accesso a cure sanitarie di qualità e alla portata di tutti, in tutta Europa, compresi i trattamenti e i medicinali”.

Qui potrai consultare il programma completo del webinar che sarà trasmesso in diretta streaming sul sito del Gruppo al link https://www.socialistsanddemocrats.eu e sulle pagine FacebookTwitter, e Instagram.

 

 

Galleria multimediale

Documenti correlati

Programme: A strong and inclusive European health programme

S&D Position Paper - A European Health Union. Increasing EU competence in health - coping with COVID19 and looking to the future

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARCÍA PÉREZ Iratxe

Presidente
Spagna

Contatti stampa S&D

Bernas Jan

BERNAS Jan

Press Officer
Italia

Notizie correlate

Comunicati stampa

S&D: per eradicare il COVID-19 la Commissione deve cambiare marcia. È l’unico modo per averne ragione

Comunicati stampa

S&D dice no a iniziative nazionali autoreferenziali in materia di vaccinazioni. L’unico modo di procedere è mantenere un approccio europeo

Comunicati stampa

La richiesta S&D: vaccini sicuri e subito disponibili per chi ne ha bisogno, non solo per chi può permetterseli