Pubblicato:
Condividi:

Il Gruppo S&D oggi ha accolto positivamente il voto dell’Assemblea nazionale di Hanoi per l’adozione del nuovo codice del lavoro. In vista della possibile ratifica di un Accordo di libero scambio (FTA) da parte del Parlamento europeo, le riforme del lavoro sono un segnale importante di miglioramento dei diritti dei lavoratori in Vietnam, che volge lo sguardo alla ratifica delle convenzioni fondamentali dell’ILO, l’Organizzazione internazionale del lavoro. Per il Gruppo S&D, ci sono sfere in cui il Vietnam deve mostrare ancora maggior impegno, come ad esempio quella dei diritti umani.

Kathleen van Brempt, coordinatrice della commissione per il commercio internazionale (INTA), ha dichiarato:

“Il voto a favore di un codice del lavoro riformato da parte dei parlamentari dell’Assemblea nazionale vietnamita, è un gesto significativo in questa fase del processo di ratificazione dell’FTA. Ciò nonostante, l’accordo commerciale non si può ancora dire concluso per tutta una serie di riserve nutrite dal Gruppo S&D. Prima di assumere qualsiasi decisione, i Socialisti e Democratici si prenderanno il tempo necessario a vagliare accuratamente le riforme e valutare se queste abbiano dato risposte puntuali alle richieste avanzate dal Gruppo in materia di diritti dei lavoratori.

“Nel nuovo Parlamento europeo non c’è una maggioranza scontata. Si rende necessario un programma credibile che il Vietnam dovrà rispettare per sciogliere le nostre riserve, con particolare riferimento alla ratificazione delle convenzioni principali dell’ILO ancora in sospeso, la C105 sull’abolizione del lavoro forzato e la C87 sulla libertà sindacale e di associazione: questo potrebbe facilitare la costruzione di una maggioranza nel Parlamento europeo per la conclusione dell’accordo di libero scambio Ue-Vietnam.

Jude Kirton-Darling, relatrice ombra su questo tema, ha dichiarato:

“Durante una recente missione della delegazione INTA ad Hanoi, gli europarlamentari S&D hanno avuto la possibilità di approfondire la situazione in materia di diritti umani e dei lavoratori in Vietnam, attraverso le parole del governo vietnamita e di alcune voci della società civile e delle ONG. Vogliamo sottolineare che la priorità assoluta dei Socialisti e Democratici era di poter apprezzare un miglioramento tangibile dei diritti umani e dei diritti dei lavoratori.

“Se da un lato il voto di oggi dell’Assemblea parlamentare vietnamita dimostra che il Paese ha imboccato la strada giusta nell’affrontare alcuni nodi che riguardano la situazione dei lavoratori, il percorso da compiere è ancora lungo. Queste riforme devono rappresentare un contributo alla ratifica delle altre convenzioni principali dell’ILO, e siamo ansiosi di avere un quadro più chiaro e completo di come la nostra controparte vietnamita intenda muoversi in questo senso. Il Gruppo S&D vuole vedere azioni decisive per alzare l’asticella del rispetto dei diritti umani nel Paese, che negli ultimi anni hanno subito un preoccupante deterioramento. Le misure contenute nella nuova legge sulla cyber security in Vietnam dovrebbero garantire il rispetto delle libertà fondamentali. Una preparazione tempestiva e puntuale per l’implementazione dell’FTA è un punto cruciale per noi, in particolare sui capitoli relativi al commercio e allo sviluppo sostenibile. Non siamo interessati solo alla parte commerciale dell’accordo, ma vogliamo che una relazione più stretta fra l’Ue e il Vietnam abbia ricadute concrete e porti beneficio nella vita delle persone”.

Nota agli editori:

La commissione per il commercio internazionale (INTA) ha dato il proprio benestare per l’avvio delle procedure di negoziato per gli Accordi di libero scambio e protezione degli investimenti Ue-Vietnam. Il 2 ottobre e il 6 novembre hanno avuto luogo i due primi contatti, e altri sono previsti per il 2 e 3 dicembre. Le commissioni per lo sviluppo e la pesca, così come la subcommissione per i diritti umani, esprimono le proprie osservazioni sulla procedura. La commissione INTA voterà il 20 e il 21 gennaio 2020. Il voto in plenaria è previsto per febbraio 2020.

Eurodeputati coinvolti

VAN BREMPT Kathleen

Head of delegation
Coordinatore
Belgio

KIRTON-DARLING Jude

Membro
Regno Unito

Contatti stampa S&D

MACPHEE Ewan

Press Officer
Regno Unito

PELZ Silvia

Press Officer
Germania