Pubblicato:
Condividi:

I Socialisti e Democratici al Parlamento europeo esprimono le proprie congratulazioni ai cittadini di Istanbul e ad Ekrem Imamoğlu, candidato del partito d’opposizione CHP che, per la seconda volta nell’arco di pochi mesi, ha vinto le elezioni per la sindacatura di Istanbul, a seguito dell’annullamento della vittoria ottenuta a marzo su pressione del governo di Erdoğan. Quella di ieri è una vittoria persino più significativa e restituisce al presidente Erdoğan un segnale chiaro e netto: i cittadini turchi di Istanbul vogliono più democrazia. 

Iratxe García Pérez, eurodeputata e leader dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo, ha dichiarato: 

“Una vittoria schiacciante e una grande conquista per la democrazia in Turchia. Ekrem Imamoğlu non ha solo vinto la sindacatura della città simbolo del Paese, ma ha anche sconfitto i rappresentanti della politica dell’odio e della divisione. La sua vittoria è arrivata nonostante la repressione delle forze di opposizione, una presenza mediatica sbilanciata e l’utilizzo d’ingenti risorse pubbliche a favore del candidato dell’AKP, il partito di governo. Mi auguro che questa volta il presidente Erdoğan recepisca il messaggio che gli viene dalla sua gente e restituisca risposte positive agli elettori che chiedono maggior apertura e migliori condizioni di vita. Forse gli 800.000 voti raccolti da Ekrem Imamoğlu a quest’ultima tornata, messi a confronto con quelli rimediati dal candidato dell’AKP, convinceranno finalmente il presidente turco. 

“Questa è una vittoria collettiva, risultato non solo del lavoro del partito CHP, ma dello sforzo di tutte le opposizioni, e io desidero congratularmi con loro per l’alto livello di collaborazione dimostrato nel presentare un unico candidato. Desidero anche invitare Ekrem Imamoğlu a visitare Bruxelles quanto prima possibile e a fare riferimento al Gruppo S&D. 

“Il Gruppo S&D lancia anche un monito al presidente Erdoğan per il rispetto dei diritti di Cipro e l’interruzione delle attività illegali di trivellazione nel Mediterraneo orientale e nel Mar Egeo. Come Socialisti e Democratici appoggiamo pienamente le conclusioni della settimana scorsa del Consiglio d’Europa con le quali s’invitano la Commissione europea e il Servizio europeo per l’azione esterna (European Union External Action Service, EEAS) ad avanzare e adottare misure appropriate in tempi brevi e senza esitazioni”. 

Kati Piri, vicepresidente S&D e relatrice sulla Turchia per il Parlamento europeo, ha aggiunto:

“Ekrem Imamoğlu ha mostrato che i leader autoritari possono essere battuti dalle risorse democratiche. Sono certa che sarà un ottimo sindaco per tutti i cittadini di Istanbul.

 “Le elezioni di ieri danno speranza e ci suggeriscono il perché non possiamo abbandonare la Turchia. L’ultimo pilastro della democrazia, il voto, è ancora in piedi; ma vi sono ancora molte sfide da vincere per ripristinare e rimettere in salute lo stato di diritto e la libertà di espressione nel Paese. Non possiamo dimenticare tutti gli attivisti politici e i giornalisti imprigionati in Turchia. Oggi ci sarà la prima udienza di un importante processo politico contro Osman Kavala, rispettato leader di una ONG, e altri quindici attivisti. Senza alcuna prova, gli si addebita di essere i registi di una protesta nazionale nell’estate del 2013, con l’accusa di aver tentato di rovesciare il governo del primo ministro Erdoğan. Noi ci schieriamo nettamente al loro fianco. Non hanno commesso alcun reato, né offesa criminale.

Il Parlamento europeo aveva approvato la creazione di una delegazione deputata a seguire il processo, ma non ha ricevuto alcuna garanzia di poter entrare in aula da parte delle autorità turche. Questo ha portato alla cancellazione della missione, ma seguiremo il processo con grande attenzione e partecipazione”.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe
Presidente
Spagna
PIRI Kati
Vicepresidente
Paesi Bassi

Contatti stampa S&D

CZERNY-GRIMM Inga
Press Officer
Polonia

Notizie correlate

Comunicati stampa

S&D si oppone all’inaccettabile condanna a nove anni nei confronti di Kaftancioglu, la leader dell’opposizione in Turchia

Comunicati stampa

S&D: antidemocratica la decisione delle autorità turche di rimuovere i sindaci di Diyarbakir, Mardin e Van

Comunicati stampa

Inaccettabile la separazione delle famiglie di migranti: gli USA smettano di trattare i richiedenti asilo, bambini compresi, come criminali