Pubblicato:
Condividi:

L'agricoltura e la filiera alimentare sono al centro del progetto europeo a partire dai Trattati di Roma di 60 anni fa. Oggi, nuovo sfide come la globalizzazione, le nuove tecnologie e i cambiamenti climatici richiedono una iniziativa coraggiosa per far avanzare l'agricoltura europea.

I Socialisti e Democratici al Parlamento europeo hanno adottato un documento sulla loro visione per il futuro dell'agricoltura. L'obiettivo è assicurare una prospettiva di lungo termine attraverso l'impegno delle giovani generazioni e connettere le nostre politiche in modo più stretto al cibo di alta qualità, la salute umana, la protezione dell'ambiente e la salvaguardia dell'occupazione e delle comunità nella aree rurali.

L'agricoltura e il settore dell'agri-food rappresentano il 6% del Pil dell'Ue, 11 milioni di imprese agricole e 44 milioni di posti di lavoro (di cui 22 milioni sono nelle aziende). Per diversi decenni in vari paesi europei, le aree rurali hanno visto una grande riduzione delle imprese, il crollo del reddito agricolo e la perdita di occupazione mentre il capitale ha sostituito il lavoro. Nel periodo 2000-2012, sono stati persi 4,8 milioni di occupati a tempo pieno nell'agricoltura Ue e questi posti pesi sono stati concentrati negli Stati membri più recenti.

 

Il portavoce S&D sull'agricoltura Eric Andrieu dichiara:

 

“Il cibo è la base della vita e non solo un mero prodotto. Il diritto all'alimentazione viene prima di qualsiasi considerazione commerciale. Solo insieme, rivoluzionando il nostro modello agricolo, possiamo risolvere le problematiche ambientali, climatiche e alimentari del 21esimo secolo. L'Europa deve riprendersi la leadership e diventare la forza trainante di cui il mondo ha cosi' tanto bisogno oggi.

“L'agricoltura è la chiave essenziale nel mantenere vive le nostre aree e comunità rurali. Un'agricoltura produttiva e con un ruolo nella lotta ai cambiamenti climatici aiuterà a salvaguardare le comunità da incendi, siccità e dissesto idrogeologico.

“Tutte le riforme della PAC dagli anni '90 hanno dato carta bianca al mercato libero, con effetti devastanti su aziende agricole, ambiente ed economie rurali, con pericoli per la nostra sicurezza alimentare. Un altro modello agricolo è possibile! Un modello che rispetti la salute umana e l'ambiente, ma anche che garantisca un reddito dignitoso e stabile ai nostri agricoltori, che vogliono solo poter guadagnare dal loro lavoro quanto è necessario per vivere dignitosamente.

“L'agricoltura ha bisogno di un approccio forte e innovativo! Serve una rivoluzione della politica agricola europea a partire da ora, e non il mantenimento dello status quo fino al 2025 per il beneficio di pochi, come la destra europea vorrebbe.

“Agricoltura e alimentazione sono questioni sociali. Dobbiamo riportare l'agricoltura al centro del progetto politico europeo”.

 

Il documento S&D è basato su cinque principi:

- Garantire agli agricoltori un reddito adeguato

- Sviluppare una politica alimentare e nutritiva che salvaguardi la salute umana

- Velocizzare la transizione verso un'agricoltura sostenibile a livello ambientale ed economico per affrontare la sfida del cambiamento climatico

- Investire sulle aree rurali

- Affrontare le sfide geopolitiche future

 

Leggi il documento S&D completo sul futuro dell'agricoltura

Etichette:
  • climate
  • Eric Andrieu MEP

Documenti correlati

Pubblicato: 14/11/2017
S&D's position paper on agriculture, 14 November 2017

Contatti stampa S&D

President's spokesperson
MARTIN DE LA TORRE Victoria
Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa

S&D: i perturbatori endocrini vanno regolamentati. Urge un’azione della Commissione per proteggere la salute dei cittadini

Comunicati stampa

S&D: il nuovo LIFE è un programma cruciale per il passaggio a un’economia sostenibile

Comunicati stampa

I Socialisti e Democratici accolgono Greta Thunberg alla commissione ambiente in Parlamento