Condividi:

Contrasto immediato delle ripercussioni economiche e sociali della pandemia, e preparazione di un futuro comune sostenibile di prosperità diffusa, benessere e resilienza.

La deflagrazione del COVID 19 ha portato lo scompiglio in Europa e nel mondo, infliggendo danni e sofferenze irrimediabili a migliaia di persone. La rapida accelerazione della crisi ha colto di sorpresa l’Unione europea e i suoi stati membri. Se avesse fatto propria la dura lezione impartita dalla precedente crisi finanziaria, l’Ue sarebbe stata pronta e ben equipaggiata per fronteggiare questa nuova crisi in modo tempestivo, coeso ed efficace. Ciò non è avvenuto, e in mancanza di adeguati strumenti europei per un’azione congiunta, la crisi ha messo in luce la fragilità dei mezzi a nostra disposizione e delle nostre capacità comuni di gestione economica e sociale di fronte a una sfida di tale portata, proprio quando una ferma risposta pubblica in linea con i valori democratici che ci sono propri era l’unica possibile.

Documenti correlati

Sommario - Piano per la ripresa dell’ue del gruppo S&D: Ripresa economica, sociale ed ecologica nell’unione europea

S&D Group recovery plan: Economic, social and ecological recovery in the EU

Notizie correlate

Comunicati stampa

L’impegno S&D per un Mercato unico sostenibile: vietare l’obsolescenza prematura dei prodotti ed etichettatura obbligatoria su durabilità e riparabilità

Comunicati stampa

L’agenda di Porto per i diritti sociali: è tempo di rinnovare la promessa europea

Comunicati stampa

Bilancio Ue 2021: la prima occasione di mostrare ai cittadini che siamo al loro fianco, nella crisi e oltre