Pubblicato:
Condividi:

La presidenza finlandese s’insedia in un momento decisivo della storia dell’Unione europea. In questa delicata fase di transizione delle sue istituzioni, è fondamentale che le pietre miliari dell’integrazione europea quali pace, sicurezza, stabilità, democrazia e prosperità, siano protette e messe in sicurezza dalle minacce delle forze nazionaliste, per far fronte alle sfide poste dai cambiamenti climatici, dalle migrazioni, dalla crisi economica e sociale.

Il Gruppo S&D è certo che, grazie all’impegno del primo ministro Anti Rinne, alla guida dell’SDP, il Partito socialista finlandese al governo, la presidenza finlandese dell’Ue sarà capace di dare nuova tempra ai nostri valori comuni e allo stato di diritto. In qualità di leader globale contro i cambiamenti climatici, la presidenza finlandese è totalmente focalizzata su centrare l’obiettivo di un’Europa clima-neutrale entro il 2050. Così come profilato dal primo ministro Anti Rinne, siamo impazienti di assistere ai primi passi concreti per migliorare la competitività e l’inclusione sociale attraverso lo sfruttamento del pieno potenziale della ricerca, dello sviluppo, dell’innovazione e della digitalizzazione, per lo sviluppo delle competenze e il potenziamento dell’istruzione e della formazione. Abbiamo bisogno di un’Europa sostenibile che proceda inesorabilmente verso un futuro sostenibile.

Iratxe García, presidente del Gruppo S&D, ha dichiarato:

“Gli obiettivi della presidenza finlandese sono perfettamente in linea con il programma che il nostro Gruppo intende attuare nella prossima legislatura, ponendo la sostenibilità al centro del nostro pensiero e della nostra azione politica. Come abbiamo già sottolineato alla neoeletta presidente della Commissione europea, il nostro Gruppo desidera che gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite siano adottati come criterio di misurazione delle prestazioni degli stati membri nel Semestre europeo. A nostro parere, gli indicatori sociali e ambientali devono essere considerati alla stessa stregua di quelli economici.

“Ci auguriamo che la nuova Commissione assuma la pienezza delle proprie funzioni e possa iniziare a lavorare quanto prima possibile, affinché si possano ultimare i negoziati per la definizione del bilancio del periodo 2021-2027. È imperativo stanziare le risorse necessarie a implementare la trasformazione”.

Eero Heinäluoma, capo della delegazione finlandese e tesoriere del Gruppo S&D, ha aggiunto:

“Desidero congratularmi col primo ministro Anti Rinne per aver presentato un programma di presidenza ambizioso e lungimirante. Le priorità in esso contenute sono di chiara impronta progressista e pro europea e puntano dritto al cuore delle grandi sfide del nostro tempo, cambiamenti climatici in primis.

“Il mio plauso va anche alla leadership dimostrata dalla presidenza finlandese in materia  di sostenibilità, economia circolare, e per la priorità della quale riveste il rafforzamento dello stato di diritto, inserendolo anche nel bilancio e nell’MFF, il piano finanziario pluriennale dell’Unione. Detto ciò, mi sarei aspettato più coraggio per quanto riguarda misure volte a incidere sull’elusione fiscale dei grandi player multinazionali. Il Consiglio d’Europa deve muovere in modo deciso verso una giusta tassazione per queste grandi imprese, cosicché siano chiamate a contribuire al benessere e alla prosperità delle nostre società attraverso una tassazione equa e commisurata all’entità dei propri profitti”.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe
Presidente
Spagna
HEINÄLUOMA Eero
Tesoriere
Finlandia

Contatti stampa S&D

BERNAS Jan
Press Officer
Italia