Condividi:

In vista dei sei mesi di presidenza portoghese dell’Unione europea, con insediamento previsto per il 1° gennaio 2021, il presidente del Parlamento europeo e i leader dei gruppi parlamentari si sono incontrati stamane col primo ministro portoghese António Costa e sei ministri del suo governo.

Il Gruppo S&D ha chiesto ai governi ungherese e polacco di accettare il meccanismo di protezione dello Stato di Diritto, per far sì che il bilancio europeo per i prossimi sette anni e il Piano per la ripresa siano adottati al più presto possibile.

Al termine dell’incontro, Iratxe García ha dichiarato:

“Credo che la presidenza portoghese rappresenti un’opportunità per dimostrare che possiamo superare la crisi socio-economica innescata dal COVID-19 grazie a politiche fondate sulla solidarietà, e prendendoci cura dei più vulnerabili. Il governo portoghese guidato da António Costa, attraverso la gestione a misura d’uomo della crisi del 2008, ha già dato prova di come l’austerità non sia la ricetta giusta.

“I cinque obiettivi della presidenza portoghese sono gli stessi del Gruppo S&D: rafforzare la resilienza economica dell’Europa, fondandola sulla solidarietà e la preparazione; far progredire il pilastro sociale, potenziando le politiche pubbliche contro la povertà, favorendo l’occupazione e consolidando i sistemi sanitari; accelerare una transizione digitale giusta; sostenere una transizione sostenibile verso un’economia verde senza lasciare indietro nessuno; ricostruire il multilateralismo e i partenariati internazionali.

“La nostra famiglia politica rimane salda sulle proprie posizioni a difesa dello Stato di Diritto, e vogliamo che l’accordo raggiunto dal Parlamento, dalla Commissione e dal Consiglio sia rispettato. Gli unici dubbi e resistenze ancora da affrontare provengono dalla destra, perché non riescono a essere coesi e a risolvere le proprie dispute interne.

“Per portare a buon fine l’ambizioso programma presentato dalla presidenza portoghese, dobbiamo chiudere la partita del bilancio quanto prima. Mi auguro che gli europarlamentari del PPE ed ECR riescano a persuadere i governi ungherese, polacco e sloveno ad accettare il meccanismo di protezione dello Stato di Diritto e a sbloccare i fondi”.

Carlos Zorrinho, a capo della delegazione portoghese del Gruppo S&D, ha aggiunto:

“La delegazione portoghese S&D, di concerto col gruppo dirigenziale del Gruppo, sosterranno in modo molto fermo e proattivo l’imminente presidenza portoghese dell’Unione europea.

“Il nostro impegno si concentrerà sul rafforzamento della dimensione sociale del progetto europeo, per garantire che nel petto della transizione ecologica e digitale batta un forte “cuore rosso”. Dobbiamo combinare e rafforzare queste priorità per superare la crisi in atto e aprire la strada alla costruzione di un futuro europeo più resiliente e sostenibile.

“Diamo il benvenuto e il nostro pieno supporto ai progetti della presidenza portoghese per affermare il ruolo di forza globale multilaterale dell’Ue sullo scacchiere internazionale. Il ripristino delle storiche e positive relazioni transatlantiche con l’amministrazione statunitense e i vertici previsti con Africa e India, sono molto importanti per il raggiungimento di questi obiettivi.

 

“Lotteremo insieme per implementare una risposta rapida ed efficace alla pandemia, che implichi un miglior coordinamento degli stati membri e l’implementazione di un piano di vaccinazione efficiente e giusto a livello europeo”.

Eurodeputati coinvolti

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARCÍA PÉREZ Iratxe

Presidente
Spagna

Contatti stampa S&D

Martin De La Torre Victoria
President's spokesperson

MARTIN DE LA TORRE Victoria

Spagna

Notizie correlate

Comunicati stampa

Dopo Trump è tempo di rimettere le cose al proprio posto

Comunicati stampa

S&D: l’Europarlamento condanna l’Egitto per palesi violazioni dei diritti umani. Le relazioni col Cairo vanno ripensate

Comunicati stampa

S&D sul Dispositivo per la ripresa e la resilienza: “Obiettivo raggiunto. Non potevamo permetterci alcuna esitazione”