Condividi:

In seguito all’approvazione del Dispositivo per la ripresa e la resilienza dell’Europa (RRF) da parte del Parlamento europeo, Costas Mavrides, eurodeputato S&D e negoziatore sul file per la commissione affari economici e monetari, ha dichiarato:

Oggi l’Ue ha compiuto un passo importante nel percorso che la porterà fuori dalla crisi più forte e più unita. Il Parlamento europeo ha adottato a larga maggioranza l’istituzione del Dispositivo per la ripresa e la resilienza, lo strumento finanziario chiave del piano per la ripresa Next Generation EU, e il maggiore di sempre. Attraverso il debito condiviso Ue, l’RRF metterà a disposizione degli stati membri 672,5 miliardi di euro in forma di prestiti o concessioni a fondo perduto, per coadiuvarli nel percorso di ripresa dal COVID-19 e rendere le loro economie e le loro società più resilienti alle future crisi.

“La posizione negoziale che abbiamo adottato come Parlamento europeo è stata chiara sin dal principio: una crisi senza precedenti, con conseguente economiche e sociali molto pesanti, richiede misure altrettanto coraggiose, e questo andava dimostrato in pratica. Durante gli intensi negoziati sono emerse tutte le nostre differenze, abbiamo dovuto compiere un lungo cammino per raggiungere questo accordo, ma dà la cifra di quanto fossimo determinati a una azione congiunta per aggredire la crisi. Questa è una pietra miliare nella costruzione del progetto europeo.

“Siamo riusciti anche a introdurre priorità chiave per il nostro Gruppo, come il coinvolgimento degli stakeholder, la promozione di una transizione socialmente inclusiva come obiettivo chiave e il riferimento esplicito al Pilastro europeo dei diritti sociali e agli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Abbiamo aumentato il pre-finanziamento e garantito che questo supporto tecnico sia erogato anche per l’implementazione degli investimenti negli stati membri, non solo per le riforme.

“Ci troviamo nel pieno della seconda ondata della pandemia. Lavoratori, famiglie, imprese, gruppi vulnerabili, donne, bambini, educazione, cultura e molti altri settori e gruppi sono stati investiti con conseguenze devastanti e hanno bisogno di sostegno. L’RRF mette gli stati membri nella condizione di raccogliere quantità importanti di finanziamenti per le riforme e gli investimenti in un ampio ventaglio di aree politiche d’importanza strategica per l’Europa: occupazione, sanità, turismo, ricerca e innovazione, ambiente e energia, piccole e medie imprese, ecc. Il nostro Gruppo si è battuto affinché gli stati membri potessero utilizzare immediatamente e in modo efficiente i soldi per attutire l’impatto sociale ed economico del COVID-19, in linea con la nostra agenda ambientale e sociale, e per rendere le nostre economie più resilienti ai futuri shock, capaci di affrontarli in un modo giusto, sostenibile e inclusivo che promuova il benessere per tutti. Gli stati membri ora dovrebbero procedere immediatamente a sottoporre i loro piani nazionali, concepiti su misura sulle loro esigenze e volti a contrastare gli effetti socio-economici della pandemia COVID-19”.

Eurodeputati coinvolti

MAVRIDES Costas

MAVRIDES Costas

Head of delegation
Membro
Cipro

Contatti stampa S&D

Chiru Dana

CHIRU Dana

Press Officer
Romania

Notizie correlate

Comunicati stampa

Bilancio Ue 2022: una forte impronta progressista e un focus su temi sociali ed ecologici

Comunicati stampa

Luce verde alle risorse proprie dell’Unione per una ripresa socio-economica rapida

Comunicati stampa

Importante risultato S&D per un’aliquota fiscale minima effettiva: una svolta per la giustizia fiscale