Un mercato unico che funzioni per tutti

La creazione di un mercato unico integrato di oltre 500 milioni di consumatori è stato un enorme successo per l'Europa e ha portato agli europei più possibilità di scelta, innovazione e prosperità, ma necessita di una regolamentazione ragionevole ed efficiente per garantire che vada a beneficio dei cittadini. I nuovi sviluppi tecnologici ed economici devono contribuire ad affrontare le disuguaglianze e le discriminazioni sociali, creare posti di lavoro e promuovere l'apertura, l'equità, la trasparenza, la sostenibilità e la responsabilità nella nostra società.

Il nostro lavoro sul mercato interno e sui consumatori

I deputati S&D sono in prima linea nella battaglia per una più forte protezione dei consumatori, specialmente dei gruppi vulnerabili. Continueremo a lottare per una migliore informazione e protezione per i consumatori, al fine di garantire che i cittadini possano avere fiducia nei beni e nei servizi disponibili sul mercato Ue.

I nostri risultati

Nel 2017, il gruppo S&D ha condotto i negoziati con i governi nazionali, riuscendo a ottenere la riduzione dei prezzi che gli operatori fanno ricadere sui clienti quando viaggiano in un altro Paese dell'Ue. Questo regolamento è stato integrato nel 2018 assicurando che ci sarà anche un limite di prezzo per le chiamate internazionali. Si tratta di una vittoria per i consumatori europei.

In risposta allo scandalo Dieselgate, che ha rivelato le gravi lacune nel sistema di omologazione e di sorveglianza delle nuove auto, i Socialisti e Democratici hanno preso l'iniziativa nel rafforzare le regole per proteggere meglio i consumatori e l'ambiente e ripristinare la fiducia nell’industria auto.

Al fine di consentire ai consumatori l'accesso a un'ampia varietà di beni e servizi, abbiamo combattuto per il divieto del geo-blocking. Ora, i consumatori possono acquistare prodotti e servizi online, senza restrizioni dovute alla posizione geografica. Il gruppo S&D è riuscito a guidare la battaglia per proteggere i consumatori quando acquistano prodotti e servizi digitali. Siamo anche riusciti ad estendere la protezione per i consumatori su beni e servizi apparentemente gratuiti, ma che in realtà comportando lo sfruttamento dei loro dati.

Il gruppo S&D ha condotto con successo i negoziati per creare un unico gateway digitale per ridurre gli oneri amministrativi per i cittadini e le imprese in tutta l'Ue, consentendo ai cittadini di accedere alle informazioni e alle procedure in un unico luogo, indipendentemente dalla loro residenza nell'Ue.

Attraverso questa legislazione, il gruppo S&D ha assicurato una maggiore enfasi sui diritti per i consumatori, sottolineando il motivo per cui devono essere fornite informazioni pertinenti sulle opzioni di consegna quali i prezzi, la scelta e il modo in cui presentare reclami quando le cose vanno male.

Abbiamo garantito la protezione dei cittadini online e la sicurezza delle comunicazioni e delle reti elettroniche, in particolare per le piccole imprese, nonché la connettività economica e accessibile per tutti nell'Ue.

Abbiamo anche sostenuto l'attuazione della Direttiva sui servizi, il riconoscimento della Direttiva sulle qualifiche professionali e il pacchetto sugli appalti pubblici per rafforzare il mercato interno.

Le nostre priorità

Un'agenda digitale progressista

L'Unione europea sta vivendo una rivoluzione digitale che ha un impatto sulla nostra vita quotidiana, da un punto di vista politico, sociale, economico e culturale. Riteniamo che l'Europa abbia bisogno di una politica digitale equilibrata per garantire che l'Europa mantenga i suoi valori fondamentali. Poiché i cambiamenti tecnologici e la modernizzazione possono essere dirompenti, è necessario definire nuove politiche digitali al fine di raggiungere il vero potenziale dell'Europa e garantire che le nuove opportunità digitali siano accessibili a tutti e non solo ai potenti e ai ricchi.

I benefici dell'economia digitale devono andare a vantaggio di tutte le nostre comunità, sia in Europa che a livello globale. Dobbiamo sostenere i cittadini svantaggiati e meno alfabetizzati digitalmente e aumentare l'accesso ai servizi pubblici digitali, anche in località remote, per garantire che i cittadini che non possono accedere a Internet non siano lasciati indietro.

Per raggiungere questi obiettivi, chiediamo:

  • una regolamentazione adeguata per la "sharing economy"

  • valutazioni e misure sul ruolo delle piattaforme di condivisione online nel mercato

  • una revisione della Direttiva sulla pubblicità ingannevole e comparativa

  • un piano per migliorare gli standard tecnici nel mercato unico digitale

  • un piano d'azione per promuovere l'e-government, fornendo servizi migliori a cittadini e imprese

  • nuovi metodi di lavoro (protezione delle regole sociali e occupazionali) e finanziamenti per la (ri) formazione per creare posti di lavoro per tutti

  • una legislazione digitale dell'Ue che sia affidabile, equa e responsabile, accettando il regolamento sulla protezione dei dati

  • una politica fiscale coordinata, equa e sostenibile nell'economia digitale

Una nuova strategia per il mercato unico

Vogliamo promuovere una nuova visione olistica per il mercato unico. Un'economia sociale di mercato che sia sostenibile da un punto di vista ambientale, basata sulla conoscenza, in grado di migliorare il benessere dei cittadini europei. La nostra visione comprende misure pratiche per garantire la parità di trattamento e l'inclusione sociale, la creazione di posti di lavoro sostenibili e la crescita e un elevato livello di protezione dei consumatori.

Sosteniamo:

  • una nuova strategia di mercato interno per beni e servizi

  • estendere la protezione della "indicazione geografica" dell'Ue ai prodotti non agricoli

  • una nuova proposta per uno strumento di appalto internazionale per garantire che i nostri partner commerciali rispettino regole chiare ed eque

  • miglioramento delle direttive sui rimedi per garantire che gli offerenti possano ottenere un risarcimento quando i contratti sono stati aggiudicati ingiustamente

  • Proseguire con le direttive sulla sicurezza dei prodotti e sulla sorveglianza del mercato

  • migliorare la sorveglianza del mercato al fine di garantire che solo i prodotti sicuri e conformi siano venduti ai consumatori, anche online.

Eurodeputati coinvolti

GRAPINI Maria

Vicepresidente
Romania

LEITÃO MARQUES Maria Manuel

Vicepresidente
Portogallo

SCHALDEMOSE Christel

Coordinatore
Danimarca

BORZAN Biljana

Membro
Croazia

AGIUS SALIBA Alex

Membro
Malta

BENIFEI Brando

Membro
Italia

GEBHARDT Evelyne

Membro
Germania

MALDONADO LÓPEZ Adriana

Membro
Spagna

MILLER Leszek

Membro
Polonia

AGUILERA Clara

Membro sostituto
Spagna

Guarda le nostre ultime azioni

Comunicati stampa

S&D: la bancarotta di Thomas Cook preoccupa e mostra l’urgenza di una legislazione europea a tutela di lavoratori e consumatori

Comunicati stampa

Il Commissario designato Sylvie Goulard non convince i Socialisti e Democratici e le sono richiesti chiarimenti

Audio-video

What do we owe to social democracy?

Position papers

Position paper
Pubblicato:

S&D GROUP POSITION PAPER FOR A RENEWED AFRICA-EU PARTNERSHIP

Position paper
Pubblicato:

DOCUMENTO DI POSIZIONE DEL GRUPPO S&D SULLA MIGRAZIONE E L'ASILO

Position paper
Pubblicato:

Per un equilibrio negli scambi commerciali tra l'UE e la Cina

Position paper
Pubblicato:

EU cohesion policy - an investment tool for the benefit of EU citizens

Position paper
Pubblicato:

Bozza Politica sull'economia circolare

Position paper
Pubblicato:

Verso un'unione Digitale - La Nostra Visione Progressista

Position paper
Pubblicato:

Sustainable development agenda post-2015

Position paper
Pubblicato:

10 demands to fight social dumping and protect all workers

Related documents

Documenti correlati
Pubblicato:

A new European Single Market with a strong social dimension: putting citizens and the real economy at the heart of EU legislation and policies

Documenti correlati
Pubblicato:

S&D Group's position paper : Towards a Digital Union - Our Progressive Vision