Condividi:

Oggi, la commissione Industria ha approvato un piano per offrire il Wi-Fi gratuito negli spazi pubblici come parchi, piazze ed edifici pubblici in tutta Europa attraverso il WiFi4EU. Il bilancio iniziale per il periodo 2017-2019 proposto dalla Commissione per il progetto pilota WiFi4EU è di 120 milioni di euro e servirà a sostenere l’installazione di modem Wi-Fi nei luoghi principali della cita di comunità.


L’eurodeputato S&D Carlos Zorrinho, autore del report sul WiFi4EU, dichiara:

“Ogni europeo dovrebbe beneficiare di una connettività Wi-Fi a prescindere da dove vive o da quanto possa pagare. Garantire l’accesso a servizi di banda larga di alta velocità attraverso un Wi-Fi che sia libero da costi o restrizioni è la chiave per costruire una unione digitale in cui nessuno sia lasciato indietro.

“Come progetto pilota, WiFi4EU puo’ porre le basi per aumentare la connettività per i cittadini europei. Ecco perché è importante avere ottenuto che fin dal principio questo progetto garantisca un equilibrio geografico tra e all’interno degli Stati membri, un sistema di autenticazione unico che sia valido in tutta l’Ue e la promozione dell’inclusione digitale e di un piano per l’identità digitale europea”.


L’eurodeputato S&D Josef Weidenholzer, portavoce sull’unione digitale, aggiunge:

“WiFi4EU è un primo passo per dotare ogni città e paesino europeo di un accesso wireless a internet negli spazi pubblici. In quanto progressisti, vogliamo il maggior numero di europei possibile benefici della rivoluzione digitale e abbia accesso alla società dell’informazione”.

Eurodeputati coinvolti

ZORRINHO Carlos

ZORRINHO Carlos

Head of delegation
Membro
Portogallo

Notizie correlate

Comunicati stampa

S&D chiede migliori soluzioni di stoccaggio e linee guida stringenti per i progetti energetici europei

Comunicati stampa

S&D propone un’industria del futuro verde, sostenibile e sociale

Comunicati stampa

“Dobbiamo agire adesso. Poi potrebbe essere tardi”. S&D incalza le istituzioni Ue per salvare il turismo dalla bancarotta