Condividi:

I Socialisti e Democratici al Parlamento europeo stanno spingendo per una giusta tassazione dei colossi del digitale e un’aliquota fiscale minima effettiva, in vista della riunione cruciale del G20 in giugno. Da molti anni S&D guida l’iniziativa nell’Europarlamento per l’istituzione di un’aliquota minima effettiva di tassazione delle società e ora, per la prima volta, questa richiesta contenuta in una relazione parlamentare, ha raccolto il sostegno di una maggioranza trasversale ai partiti.

Niels Fuglsang, eurodeputato responsabile per la tassazione digitale, ha dichiarato:

“Il nostro sistema fiscale è guasto e dobbiamo aggiustarlo. I giganti del digitale, con il modello d’impresa più lucrativo che esista, attualmente approfittano di un’aliquota d’imposta effettiva attorno al 9,5%, contro il 23,5% delle altre imprese di settori più tradizionali. Con la digitalizzazione che sta trasformando le nostre società e le nostre economie, la questione della tassazione digitale riveste un’importanza centrale per il nostro futuro. Solo per fare un esempio: le piattaforme come Uber producono enormi profitti, pagano quasi zero tasse, scaricano il rischio d’impresa e le tasse totalmente sui conducenti e i costi per malattia o disoccupazione sulla società. Questo è semplicemente ingiusto e possiamo porvi rimedio portando le nostre norme fiscali nell’era digitale. Le società del digitale devono pagare le tasse sulla base dei propri profitti, in tutti i Paesi in cui operano, a prescindere dalla presenza fisica. In un’economia digitalizzata, garantire che i profitti siano debitamente e giustamente tassati è fondamentale, ma la preoccupazione è che i costi dell’imposizione fiscale si ripercuotano sui prezzi di vendita e quindi siano scaricati sostanzialmente sui clienti. Le compagnie digitali ‘pure’, tendono ad avere margini di profitto più ampi e costi più contenuti. Durante la pandemia si sono trovati in una posizione particolarmente favorevole che ha fatto lievitare ulteriormente il giro d’affari e i profitti: un’imposta digitale rappresenta un modo giusto per far sì che anche loro contribuiscano al Piano di ripresa.

“Per la prima volta, una maggioranza trasversale ai partiti del Parlamento europeo ha appoggiato la nostra richiesta per un’aliquota minima effettiva. Noi lanciamo un appello ai leader europei affinché diano finalmente ascolto e comprendano l’urgenza di una vera giustizia fiscale”.

Aurore Lalucq, eurodeputata S&D e portavoce del Gruppo in materia fiscale, ha dichiarato:

“La proposta del presidente americano Biden di fissare al 21% l’aliquota minima di tassazione delle società è un passo enorme verso la definizione di norme fiscali globali più giuste. Da anni i Socialisti e Democratici portano avanti una campagna per un’aliquota fiscale minima effettiva per legittimare gli stati membri a implementare una giusta tassazione senza il timore di essere scavalcati da altri. La nostra proposta è di riprendere le redini in un’economia globale in cui pochi grandi player, contando sulla presenza dei paradisi fiscali, aggirano le norme fiscali e si arricchiscono in modo sproporzionato a scapito della società. L’evasione, l’elusione fiscale e il trasferimento dei profitti, hanno provocato una divaricazione delle disuguaglianze che sta instillando nei cittadini un senso di sfiducia nelle democrazie. È il momento d’agire”.

Biljana Borzan, eurodeputata S&D e vicepresidente responsabile per un’economia al servizio di tutti, ha dichiarato:

“Noi chiediamo ai leader Ue di sposare l’iniziativa del presidente Biden, con la quale ha creato una finestra d’opportunità in vista della tornata cruciale di negoziati sulle regole fiscali a livello globale. Cerchiamo di trarre il massimo da questa opportunità e intensifichiamo i nostri sforzi per la giustizia fiscale”.

Note:

*I negoziati OCSE “Quadro inclusivo sullo spostamento dei profitti e l’erosione della base imponibile” sono stati divisi in due parti, i cosiddetti Pilastro 1 e Pilastro 2. Il Pilastro 1 intende ripristinare e ridefinire i diritti di tassazione, mentre il Pilastro 2 punta a istituire un’aliquota minima di tassazione a livello globale. I negoziati si sono svolti per quasi un decennio. La proposta del presidente Biden e la promessa di rinnovato impegno attivo nei negoziati, hanno dato un nuovo impulso.

 

Eurodeputati coinvolti

BORZAN Biljana
BORZAN Biljana
Head of delegation
Vicepresidente
Croazia
LALUCQ Aurore
LALUCQ Aurore
Coordinatore
Francia
FUGLSANG Niels
FUGLSANG Niels
Membro
Danimarca

Contatti stampa S&D

Pelz Silvia
PELZ Silvia
Press Officer
Germania

Notizie correlate

Comunicati stampa
S&D sul conflitto d’interessi: “Il primo ministro ceco Babiš sta minando i valori Ue e ingannando i contribuenti europei”
Comunicati stampa
Guidato dal Gruppo S&D, l’Europarlamento chiede la sospensione dei brevetti sui vaccini COVID-19 per salvare vite
Comunicati stampa
S&D: niente soldi Ue agli stati che non rispettino lo Stato di Diritto