Condividi:

Questa settimana, il Parlamento europeo ha terminato il lavoro tecnico per l’introduzione di nuove risorse proprie dell’Unione, che contribuiranno al finanziamento dei 1800 miliardi di euro del piano per la ripresa. Queste risorse proverranno da una tassa sugli imballaggi in plastica non riciclabili e da un’imposta sul valore aggiunto (IVA), e garantiranno che il conto per la ripresa non sia a carico dei cittadini europei.

Il Gruppo S&D chiede ai parlamenti nazionali di ratificare senza ulteriori ritardi l’accordo sulle risorse proprie dell’Ue. La Commissione europea potrà poi procedere con il piano di raccolta di denaro a prestito sui mercati per assistere gli stati membri nella ripresa.

Elisabetta Gualmini, eurodeputata e negoziatrice S&D su questo tema, ha dichiarato:

“Ora i parlamenti nazionali devono accelerare le procedure di ratifica della Decisione sulle risorse proprie Ue, dato che dieci stati non hanno ancora concluso questa procedura essenziale. Dobbiamo sottolineare ancora una volta che la modifica del tetto delle risorse proprie Ue, consegnerà alla Commissione europea la capacità finanziaria per creare debito comune Ue e finanziare i 750 milioni di euro dello strumento di ripresa Next Generation EU. Non c’è quindi tempo per ulteriori rinvii o ritardi: i nostri cittadini, le imprese e le regioni hanno bisogno immediato dei fondi Ue, di risorse e investimenti per una società più verde, più digitale e più resiliente”.

Eider Gardiazabal, eurodeputata e portavoce S&D in materia di bilancio, ha commentato:

“Ci siamo battuti duramente per avere un bilancio pluriennale adeguato ed essere in grado di finanziare il piano di ripresa di cui i cittadini hanno disperato bisogno, e non possiamo mollare adesso. Col voto di oggi, siamo a un passo dal chiudere il cerchio. Siamo alla vigilia di un momento storico, il momento in cui l’Unione europea disporrà dei mezzi propri necessari a finanziare la ripresa e il proprio futuro. L’implementazione del pacchetto di risorse proprie Ue ora è cruciale per garantire che tutti gli stati membri, tutti gli europei, abbiano accesso al tanto atteso Dispositivo di ripresa e resilienza”.

Eurodeputati coinvolti

GARDIAZABAL RUBIAL Eider
GARDIAZABAL RUBIAL Eider
Coordinatore
Spagna
GUALMINI Elisabetta
GUALMINI Elisabetta
Membro
Italia

Contatti stampa S&D

Chiru Dana
CHIRU Dana
Press Officer
Romania

Notizie correlate

Comunicati stampa
S&D esorta i leader Ue sulla scia di Biden: è tempo d’agire sulla tassazione digitale e l’aliquota minima effettiva per le società
Comunicati stampa
S&D: preoccupazione per la rivelazione d’ingerenze delle imprese nella bozza di legge sulla trasparenza finanziaria
Comunicati stampa
Bilancio Ue 2022: una forte impronta progressista e un focus su temi sociali ed ecologici