Condividi:

La commissione Libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento europeo ha approvato oggi nuove norme che renderanno più semplice congelare e confiscare beni e denaro provenienti da attività criminali. Le nuove misure renderanno significativamente più semplice per le autorità nazionali congelare i patrimoni delle organizzazioni criminali nei vari paesi membri dell’Ue. Adesso partiranno i negoziati con il Consiglio e la Commissione europea per arrivare al testo definitivo. 

Il portavoce del gruppo S&D su questo dossier, Emilian Pavel dichiara:

“Queste nuove norme sono un altro passo importante nella lotta contro il crimine organizzato e il terrorismo. Congelare o confiscare beni accumulati illegalmente è uno degli strumenti più efficaci per combattere il crimine organizzato. Armonizzare le legge Ue renderà più semplice per le autorità nazionali combattere il crimine in tutta Europa. Il crimine organizzato è un problema di dimensione Ue, è chiaro che occorre una risposta efficace a livello comunitario.

“Per il nostro gruppo era essenziale assicurare che questi nuovi strumenti saranno usati esclusivamente per lo scopo che si propongono. Siamo pertanto riusciti a far approvare degli emendamenti che proteggono i diritti fondamentali salvaguardando la solidità delle procedure. E’ adesso vitale che queste nuove proposte siano attuate rapidamente ed efficacemente dagli Stati membri”.

Notizie correlate

Comunicati stampa

La sentenza della Corte contro Volkswagen dimostra l’urgenza di prevedere ricorsi collettivi a livello europeo

Comunicati stampa

Senza regole Ue anti riciclaggio efficaci i criminali si riempiono le tasche

Comunicati stampa

Tempi strettissimi nei negoziati dipendono dalle scelte del Regno Unito, ma noi rimaniamo saldi sulle nostre posizioni