Condividi:

Sulla scia degli scandali LuxLeaks e SwissLeaks, il Parlamento europeo, con il sostegno degli eurodeputati S&D, ha dato oggi il via libera all’istituzione di una commissione speciale per valutare l’impatto delle pratiche fiscali sleali in Europa.

Il presidente S&D, Gianni Pittella, ha detto:

“La nostra priorità è di evitare il ripetersi di scandali come LuxLeaks o come quello della lista di clienti che HSBC ha aiutato per evadere le tasse o riciclare denaro, come rivelato dal suo ex dipendente Hervé Falciani.

“Di conseguenza il gruppo S&D accoglie con favore la decisione adottata da una larga maggioranza del Parlamento europeo di istituire una commissione speciale sulle pratiche fiscali sleali in diversi stati membri. Attraverso l’attività di questa nuova commissione, i rappresentanti dei cittadini europei potranno esaminare i casi di elusione ed evasione fiscali in Europa. Grazie all’impegno del gruppo S&D e alla nuova proposta che abbiamo avanzato, abbiamo difeso il diritto dei cittadini europei di essere informati su queste pratiche immorali.

“Il nostro obiettivo è di non rimanere bloccati nel passato, ma di concentrarci sulla prevenzione di altri casi di frode ed evasione fiscale in futuro. Per questa ragione, ci impegniamo a portare avanti proposte legislative che mirino a colpire questa piaga”.

L’eurodeputata Elisa Ferreira, portavoce S&D sugli affari economici e monetari, ha aggiunto:

“La lotta alla frode e all’evasione fiscale deve diventare un’assoluta priorità per l’Ue. Questa commissione speciale darà al Parlamento europeo la possibilità di comprendere meglio i vantaggi fiscali garantiti ad alcune grandi compagnie in numerosi stati membri e di valutarne l'impatto.

“Questi accordi permettono ai giganti economici di evitare di pagare le tasse nei paesi dove questi operano, privando i governi di miliardi di entrate fiscali.

“La commissione parlamentare potrà fare raccomandazioni che aumenteranno la pressione sulla Commissione europea affinché intervenga. Allo stesso tempo, gli eurodeputati presenteranno una relazione specifica con proposte normative per affrontare le situazioni di frode ed evasione fiscale, che sono state più volte portate alla luce dal Parlamento europeo e dalla nostra famiglia politica. Lo scandalo LuxLeaks, e ora SwissLeaks, hanno creato una maggiore consapevolezza politica riguardo al problema".

La commissione speciale presenta al proprio interno 12 membri del gruppo S&D: BAYET Hugues (Belgio), DODDS Anneliese (Gran Bretagna), FERREIRA Elisa (Portogallo), GUALTIERI Roberto (Italia), JÁUREGUI ATONDO Ramón (Spagna) , KAILI Eva (Grecia), KOFOD Jeppe (Danimarca), LAURISTIN Marju (Estonia), MAUREL Emmanuel (Francia), REGNER Evelyn (Austria), SIMON Peter (Germania) e TANG Paul (Olanda).

Segui la nostra campagna #TaxJustice per saperne di più sulle attività del gruppo S&D a favore di un sistema fiscale più equo in Europa.

Notizie correlate

Comunicati stampa

Il Parlamento sostiene nuove regole per combattere il riciclaggio di denaro e la criminalità organizzata

Comunicati stampa

Rendicontazione pubblica paese per paese: ultima possibilità per il Consiglio di agire sulla trasparenza fiscale

Comunicati stampa

Weekly update - 02/09/16