• Di fronte alla crisi dei rifugiati, i governi europei hanno fallito miseramente. Mentre i paesi europei litigano tra loro, molte persone stanno morendo e l’Europa continua a disintegrarsi. Noi, Socialisti e Democratici del Parlamento europeo e d’Europa, rivolgiamo ai capi di Stato e di governo un appello affinché lavorino insieme per ottenere reali progressi: 

    1. Aiuti umanitari in Europa

    Sono necessari aiuti umanitari d’urgenza (in Grecia e in altre regioni d’Europa) per fornire cibo, riparo e assistenza umanitaria ai rifugiati. 

    2. Equa ripartizione degli oneri tra paesi

    Sono necessari aiuti finanziari per la Grecia e per i vicini della Siria. 

    3. Ripartizione dei rifugiati e conseguenze per quei governi che si rifiutano di onorare i loro impegni

    Era già stata presa una decisione per reinsediare i profughi e occorre metterla in atto immediatamente. Non possiamo più indugiare. I governi che non rispettano i loro obblighi legali dovrebbero affrontarne le conseguenze. 

    4. Misure per proteggere Schengen 

    Il collasso dello spazio Schengen senza confini sarebbe un disastro per l’Unione europea. Misure temporanee per i controlli devono rimanere temporanee e occorre un piano chiaro per porvi fine.

    5. Il regolamento di Dublino deve essere rivisto

    Il regolamento di Dublino affermava che i rifugiati devono richiedere asilo nel primo paese che raggiungono. Questo accordo ora è morto. La Commissione europea deve proporre una nuova soluzione realistica che ripartisca le responsabilità tra gli Stati membri dell’Ue. 

    Dobbiamo agire subito per salvare vite, salvare Schengen, salvare l’Europa.

     

    Photo credit: Nicolas Economou/Shutterstock.com

Comunicati stampa

Nessun tweet negli ultimi 7 giorni